sabato 6 aprile 2013

Transizione definitiva

Visto che il tempo a disposizione scarseggia, questo blog è stato definitivamente traslocato su Tevac. Al momento non sono previsti ulteriori aggiornamenti qui, ma il blog resterà comunque attivo a memoria futura o per eventuali casi particolari

sabato 23 marzo 2013

[cosa accadrebbe se...] …Apple mettesse in vendita un iPhone Low Cost?

Premessa: magari mi sbaglio ma non credo che Apple voglia davvero produrre un iPhone “Low-Cost”… non quest’anno perlomeno, o non così “Low” come certi si aspettano o lo intendono.
Secondo la mia opinione, quello di cui tanto si parla ultimamente è un iPhone che nasce da un’esigenza diversa, e che vado a spiegare (o perlomeno ad interpretare secondo la mia visione della possibile strategia di Cupertino). Ogni anno, all’uscita di un nuovo modello, Apple lascia in vendita a prezzo “ribassato” il modello dell’anno precedente, e mette come entry-level (quindi a prezzo ulteriormente ribassato)il modello di due anni prima. Se anche quest’anno decidesse di fare la stessa cosa, si troverebbe a listino due prodotti con schermo 16:9 e connettore lightning, e un modello che (al di là dello schermo più piccolo) terrebbe ancora in vita il vecchio connettore dock 30 pin, ritardando ulteriormente il ricambio generazionale degli accessori. In realtà, tra AirPlay, iCloud, e sincronizzazione WiFi, il connettore non è neanche così indispensabile, se non per la ricarica della batteria (un eventuale ricarica ad induzione non sarebbe comunque accessibile in ogni situazione), per usi particolari (Camera Connection Kit o collegamento di strumenti MIDI) o per situazioni di emergenza… Ma per rendere la linea più “omogenea” urge il completamento della transizione del connettore, mossa già fatta in autunno (un po’ a sorpresa, e con altre modalità) sull’iPad… e anche il display da 4″ su tutti i modelli non guasterebbe per un discorso generale di uniformità.
[continua su Tevac...]

sabato 16 marzo 2013

[10 anni fa] Il mio primo PowerBook

Col consueto ritardo che non so quando riuscirò a recuperare (soprattutto in questo periodo) eccovi un sunto delle notizie informatiche del febbraio 2003.
Dieci anni fa compravo il mio primo portatile Apple, un PowerBook 12″ fresco di lancio. Snobbato da alcuni come “un iBook con la scocca di alluminio” fu una macchina che mi diede grosse soddisfazioni, e anche chi lo comprò usato qualche anno più tardi ne fu molto contento.
Apple era molto attiva sul fronte Mac in quel periodo, tant’è che nello stesso periodo vennero aggiornati anche gli iMac (con tanto di ritocchino di prezzo) e vennero annunciati nuovi modelli Xserve (disponibili però dal mese successivo) anche RAID.
[continua su Tevac...]

lunedì 11 marzo 2013

Alla fine l’ho fatto…

Alla fine ho ceduto: complice uno degli ultimi giochi per iOS/Android (Real Racing 3) mi sono iscritto a Facebook…
[continua su Tevac...]

venerdì 8 marzo 2013

Facciamoci del male…

Non desta molta sorpresa il report di F-Secure che evidenzia come, tra i sistemi mobile, Android sia quello che colleziona la stragrande maggioranza del malware in circolazione. Al secondo posto, ben lontano dal record di Mountain View, troviamo quel che resta di Symbian, mentre iOS, Windows Mobile, e Blackberry sono su quote infinitesimali. Per un paragone più sensato, giova anche ricordare che la diffusione di iOS è paragonabile a quella di Android, mentre quella degli altri sistemi è ridotta ai minimi termini; nonostante ciò la diffusione dei malware segue dinamiche diverse, segno che il classico “non ci sono virus perché non è diffuso” vale solo fino ad un certo punto.
[continua su Tevac...]