giovedì 18 marzo 2010

Un futuro da giocare

Si dice che il prossimo Nintendo DS (una nuova generazione, dopo le diverse varianti del DS attuale, che potrebbe essere svelata nel corso della E3 di questa estate) sarà strabiliante: grafica ultradettagliata e supporto all'HD grazie al chip Nvidia Tegra 2, sensori di movimento, e due schermi più grandi degli attuali (qualcuno dice OLED, ma mi viene qualche dubbio sui costi), cosi vicini nella parte centrale da formare quasi uno schermo unico, un po' come il tanto vociferato tablet Courier di Microsoft.
L'idea di avere un tablet pieghevole è "affascinante", anche se non è detto che abbia dei reali vantaggi: se non sta comunque in tasca, di fatto non è molto utile che si pieghi a metà, anzi aggiunge solo svantaggi a livello di "rubustezza" del tutto... ma questo vale fionché parliamo di tablet... per una console portatile la questioen potrebbe essere secondaria, visto che già l'attuale DS, o la PSP, non è che stiano in tasca molto comodamente...
Quello che però mi premeva notare era la convergenza dei dispositivi: l'iPod Touch, derivato dall'iPhone, si è di fatto trasformato in una console portatile, e ora sta dando vita a qualcosa di diverso, l'iPad, che però "rischia" di essere comunque usato per scopi molto simili. Nintendo parte invece da una console portatile come il DS, aggiunge poco alla volta altre funzionalità (al momento, in realtà, ancora limitate) e se la nuova versione dovesse realmente essere simile ad un tablet pieghevole, andrà comunque in una direzione simile a quella di Apple. Tutt'intorno ci sono un'infinità di altri prodotti simili più o meno azzeccati: dopo l'uscita dlel'iPhone sno fioccati cloni hardware o comunque un'infinità di telefoni touch; il 2010, a detta di tutti, sarà l'anno dei tablet; Windows Mobile 7 (o, forse, sarebbe meglio chiamarlo Windows Phone) avrà le stesse caratteristiche dell'iPhone OS (difetti compresi) e punterà anch'esso sul gaming...
Insomma, il dispositivo perfetto per l'intrattenimento del futuro sarà sicuramente touch, più grande di un cellulare, semplice da usare (dubito fortemente dei tablet con OS "standard"), e soprattutto fortemente orientato al gaming: Apple ci sta arrivando con l'iPad (mancano un paio di settimane)... per gli altri, sotto a chi tocca, che il settore è ancora tutto da esplorare

2 commenti:

  1. Sempre d'accordissimo con te. Francesco Renzo.

    RispondiElimina
  2. grazie...
    ci contraccambiamo a vicenda ;)

    RispondiElimina